S'Ortali 'e Su Monti

San Salvatore - STS Sardinian Tourist Services 13 Immagini

Complesso nuragico, Villaggio,  Domus de Janas, Tombe dei Giganti e Menhir (Tortolì)

A breve distanza dalla spiaggia di Orrì, rinomata meta turistica nel territorio ogliastrino, sulle ondulazione granitiche dell’immediato entroterra, in località San Salvatore, sorge un vasto complesso archeologico, che costituisce un’opportunità non frequente di coniugare i luoghi della ricreatività marina con siti di interesse storico-archeologico.

Nell’area sorgono sporadiche ma significative testimonianze dell’età prenuragica e più consistenti e significative tracce del periodo nuragico. Al Neolitico Recente (3300-2500 a.C.), infatti, sono riferibili una domus de janas (grotticella funeraria artificiale), sicuramente parte di una vasta necropoli, e alcuni menhir, due dei quali ancora eretti presso la vicina tomba di giganti; resti di un probabile circolo megalitico, inoltre, potrebbero attestare una frequentazione del sito nella precedente età del rame, ai tempi della cosiddetta cultura di Monte Claro (2000-1800 a.C.).

L’insieme monumentale comprende un nuraghe complesso del tipo a tholos, un villaggio di capanne e una tomba di giganti. Il nuraghe è costituito da una torre principale (P), svettata, con ingresso rivolto a Sud e sormontato da un’architrave monolitica, costituita da un probabile menhir riutilizzato. L’ingresso immette nel corridoio che conduce alla camera e che conserva ancora una copertura di lastroni in posizione orizzontale sapientemente lavorati e messi in opera. A sinistra si apre l’accesso al vano scala, caratterizzato da una larghezza superiore alla media. La camera, a pianta circolare, è in parte ostruita dal crollo delle parti alte delle pareti e della copertura (tholos). Attorno alla torre si sviluppa un muro di cinta a pianta quasi circolare che comprende tre torri minori, localizzate a Sud (C), Ovest (B) e a Nord (A). Un ingresso principale a Est metteva in comunicazione l’esterno con l’interno del nuraghe, immettendo direttamente nel cortile, che si presume occupasse tutta l’area compresa tra la torre principale e il muro di cinta. Altri due ingressi, attualmente inagibili, si trovano a Sud-Ovest e a Nord del muro suddetto. A ridosso della cortina muraria orientale, inoltre, le indagini di scavo condotte tra il 1990 e il 1991 hanno messo in luce i resti di un granaio, costituito da un piano rettangolare sopraelevato in cui furono alloggiati numerosi siloi (D). Negli spazi adiacenti, attorno alla torre Nord, è attestata la pratica della conservazione, lavorazione e stoccaggio del grano e dei cereali anche dopo la lavorazione: vi si rinvennero, infatti, numerosi ziri frammentati, macine, contromacine, pestelli e trituratori in pietra. Lo scavo ha consentito di evidenziare diverse fasi edilizie, a partire dall’Età del Bronzo Medio (XVI sec. a.C.) e fino al Bronzo Finale e alla prima Età del Ferro (X-VI sec. a.C.) Alle due fasi iniziali risalgono il nuraghe e il primo impianto del villaggio, mentre nella terza fase, che vide anche una modifica dell’assetto globale dell’insediamento, venne costruito il granaio e furono ristrutturati diversi vani.

La tomba di giganti è costituita da un’esedra in lastroni ortostatici, con al centro una stele centinata, e da una camera ancora integra edificata con grossi blocchi granitici, forse menhir riutilizzati. Essa si protende verso il mare in una posizione rilevata che ne accentua la monumentalità e ne esalta la valenza sacrale legata al culto dei defunti.

Il complesso racchiuso oggi all’interno di una recinzione realizzata nei primi anni Novanta: è assai verosimile, tuttavia, che l’estensione dell’insediamento spaziasse oltre i limiti artificiali realizzati a scopo di tutela.

Come arrivare da Tortolì:
  • Imboccare la strada per la spiaggia di Orrì. A circa km 2, nei pressi della seconda cabina dell'Enel, svoltare sulla destra in una strada di penetrazione agraria, come segnalato da un cartello turistico che indica il parco archeologico di San Salvatore. Imboccata la strada bianca si procede per circa 200 m e si svolta ancora a destra. Da qui, ad un centinaio di metri, si trova l’ingresso all’area archeologica.
 

ACCOMPAGNAMENTO E VISITE GUIDATE


Orari di apertura (chiuso il lunedì):

  • Apr. - Mag.: 9.00-12.00 / 16.00-19.00
  • Giu. - Sett.: 9.00-12.30 / 16.00-20.00
  • Ott e Mar.: 9.00-12.00 / 15.00-18.00
  • Nov. - Feb.: 9.30-13.00 / 14.00-16.30
  • Nella stagione invernale il sito potrebbe subire variazioni
  
ORARI VISITE GUIDATE: 9.15 -  10.45 - 16.15 - 17.45 - 19.00
 
 
Per maggiori informazioni e per le prenotazioni:
tel. +39 0782 624348
cel. +39 393 9303736
email: sts.ogliastra@hotmail.it 
 
San Salvatore San Salvatore [308 Kb]

Guida all'Ogliastra

Guida all'Ogliastra - STS Sardinian Tourist Services

Per rimanere sempre aggiornati sull' Ogliastra ed i suoi eventi seguici su facebook

Guida all'Ogliastra - STS Sardinian Tourist Services

Scopri tutte le escursioni disponibili in Ogliastra

Guida all'Ogliastra - STS Sardinian Tourist Services

Tante informazioni su dove dormire in Ogliastra

Guida all'Ogliastra - STS Sardinian Tourist Services

I nostri consigli su dove andare a mangiare in Ogliastra

Guida all'Ogliastra - STS Sardinian Tourist Services

STS Sardinian Tourist Services - Trenino Verde Point - Biglietteria ufficiale del trenino Verde della Sardegna

Guida all'Ogliastra - STS Sardinian Tourist Services

Festival dei Tacchi 1 - 10 Agosto 2016 Anche quest'anno grandi nomi del teatro italiano. Vi aspettiamo numerosi!!